Nel 1983 nasce la Giada Viaggi con sede a Canelli (AT).
Un nome, Giada, una storia e un significato, impegnativo legato fin dall’antichità, all’amore e alla virtù per il fondatore Alberto Spagnoli.

Contatti:

+39 0172 - 636364
VIA ROMA, 14 - 12045 FOSSANO (CN)
info@giadaviaggi.it

Orario apertura:

  • Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00/ 15.00 – 19.30
  • Sabato: 9.00 – 13.00
  • Sabato pomeriggio: su appuntamento

Architettura sovietica, radici antiche e picchi verdissimi

9 giorni
  • Destinazione

  • Partenza

    Milano Malpensa
  • Orario di partenza

    17:00
  • Orario di ritorno

    18:20
  • Data Tour

    Dal 06 al 14 Settembre 2024
  • Incluso nel prezzo

    Accompagnatore
    Assicurazione medico-bagaglio
    Assistenza in loco
    Biglietteria aerea
    Escursioni
    Guida italiana
    Guida locale
    Ingressi e spettacoli
    Pensione completa
    Quota d’iscrizione
    Sconto Prenota Prima
    Trasferimenti privati come da programma
    Visita guidata
  • Non incluso nel prezzo

    1 notte nel Campo Tendato
    Abbonamento metro
    Abbonamento vaporetto
    Aperitivo al tramonto
    Assicurazione annullamento viaggio
    Assicurazione per rischi nominati
    attività di Ice floating
    Bevande
    Biglietteria ferroviaria
    Biglietteria marittima
    Briefing informativo con partecipanti
    Brindisi di Capodanno
    Caccia all' Aurora Boreale
    Cena evento informativa
    Cena evento tipica messicana
    Ciaspolata
    Escursione alla ricerca dell'aurora boreale
    Escursione con cani Husky
    Escursione in motoslitta
    Escursione nella fattoria delle renne
    Esperienza nella sauna svedese
    ESTA
    Eventuali ingressi
    Japan Rail Pass
    medica e bagaglio
    Mezza pensione
    Navigazione su Loch Ness
    New York City Pass
    Pass ferroviari e trasporto pubblico
    Picnic a Central Park
    Pranzo del Ringraziamento
    Serata evento informativa
    Serata tombola
    Summit One Vanderbilt
    Tassa di soggiorno
    Tasse eventuali
    Tessera Starbucks
    Trasferimenti privati
    Trekking nel deserto con cammello
    Venezia City pass
    Viaggio in locomotiva storica
    Viaggio in pullman
    Visita all'Ice Hotel
    Visita di Venezia con guida
    Visita guidata di Venezia
    Visite guidate
    Visite guidate in lingua italiana
1

Giorno 1: Venerdì, 06 Settembre

Per coloro che usufruiranno del bus di trasferimento, partenza dalle località convenute per raggiungere l’Aeroporto di Malpensa (trasferimento non incluso nel pacchetto viaggio). Ore 17:00, incontro dei partecipanti presso i banchi check-in Turkish Airlines presso il Terminal 1. Partenza del volo alle ore 19:45. Arrivo a Istanbul alle ore 23.40. Ripartenza alle ore 00.45. Pasti e pernottamento a bordo.
2

Giorno 2: Sabato, 07 Settembre

Prima colazione a bordo del volo. Arrivo all’aeroporto di Biškek-Manas alle ore 08.45. Disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida e trasferimento in Hotel. Early check-in, sistemazione nelle camere riservate e tempo libero a disposizione per il relax. Pranzo in Hotel. Dopo il pranzo, inizio della visita della città insieme alla guida. Bishkek è la capitale di questo piccolo stato dell’Asia Centrale. Fino al 1991 si chiamava Frunze ed è una città letteralmente zeppa di piccole gemme moderniste sovietiche, concepita - un po' come Tashkent - per essere la città socialista perfetta. Non esiste un vero e proprio centro cittadino, la città si snoda lungo la Chuy. Avrete così modo di vedere il Monumento a Manas, il principale eroe nazionale del popolo kirghiso, la piazza principale di Ala Too per assistere alla cerimonia del cambio della Guardia d’Onore, il monumento Kurmanzhan Datka, i principali edifici governativi. E poi futuristiche costruzioni come il Circo, il teatro Ala Too e la filarmonica, lo Sport Palace, il Bishkek Wedding Palace. Bizzarri monumenti come il “Fathers of the Nation” e il monumento alla Vittoria. Non mancheranno i profumi intensi del Osh Bazaar. Al termine delle visite, cena in ristorante locale. Rientro in Hotel e pernottamento.
3

Giorno 3: Domenica, 08 Settembre

Prima colazione in Hotel. Visita con la guida del complesso architettonico-archeologico della Torre Burana. L’antico minareto, risalente al XII secolo, si trova a 12 km dalla odierna città di Tokmok. Originariamente qui sorgeva la città di Balasagyn, situata in un luogo strategico sulla Grande Via della Seta. Sul sito si possono ammirare anche numerosi Balbal nel loro spazio naturale. Si tratta di antiche stele funerarie dedicate ad importanti esponenti delle comunità nomadi dell’Asia centrale e della Mongolia. Possono avere altezze diverse e in molti casi raffigurano uomini che reggono una spada o una sorta di piatto. Dunque potrebbero essere dedicati a un combattente o un uomo di potere. Espressione del culto degli antenati, venivano posizionati sulle tombe dei defunti per ricordare ai popoli nomadi dove si trovavano le tombe dei loro cari. In questo sito archeologico se ne possono vedere di vari stili ed epoche. Al termine delle visite, pranzo tipico ospitati da una famiglia locale. Dopo il pranzo si prosegue per la valle di Chon Kemin. Il Parco Nazionale che è qui ospitato è davvero incredibile. Mostra una varietà di paesaggi che vanno dalle gole rocciose alle praterie, dalle foreste di conifere ad altopiani desertici. Si giunge alla guest house “Ashuu”. E qui ci sarà tempo a disposizione per esplorare i dintorni e per attività facoltative (con supplemento) come la passeggiata a cavallo. Cena e pernottamento.

4

Giorno 4: Lunedì, 09 Settembre

Prima colazione al campo. Oggi si parte con la guida alla volta del lago Issyk-Kul. Questo è il secondo lago di tipo alpino più grande al mondo, dopo il Titikaka in America del Sud. Un lago antichissimo dall’incredibile età di 25 milioni di anni. Tutto intorno, le montagne del Tien Shan. Già popolare fuga estiva durante l’era sovietica, ancora oggi attira gli amanti del turismo alpino di tutto il mondo. Visita al Museo dei Petroglifi di Cholpon-Ata, chiamato anche “Giardino di pietra” e al Museo Etnografico. Si tratta di una vasta collezione all’aperto di incisioni rupestri che copre circa 42 ettari e contiene una serie di strutture monumentali preistoriche (cerchi di pietre, tombe, resti di un muro di cinta, gli idoli di pietra Balbal) e petroglifi (risalenti al periodo Sak-Usun). Pranzo incluso in un caffè locale della città di Cholpon Ata. Dopo pranzo si continua lungo la sponda settentrionale dell’Issyk Kul e si raggiunge una bellissima e remota zona al confine con il Kazakistan: la Valle di Karkyra. I suoi vasti prati verdi sono occupati da poche famiglie di pastori nomadi che continuano a condurre uno stile di vita tradizionale. Una parte della valle è ricoperta di abeti. Pernottamento al lussuoso campo di yurte con servizi privati. Tempo per esplorare il canyon, salire sulla collina più vicina per godere la vista panoramica o andare a cavallo (con supplemento). Cena inclusa.
5

Giorno 5: Martedì, 10 Settembre

Prima colazione al campo. Partenza verso Karakol, piccola città situata sulle rive del lago Issyk-Kul. Lungo la strada visita ad una fattoria nel villaggio di Tepke dove potrete ammirare i bellissimi cavalli kirghisi che vengono allevati qui e magari potrete assaggiare il famoso kumys, il latte di giumenta. Pranzo presso la fattoria a base di prodotti tipici.     Karakol non è una città molto grande, anche se è il quarto centro del Kirghistan, ma è molto interessante per la sua architettura tipicamente russa con le tradizionali case in legno e le loro finestre intarsiate. Tuttavia non mancano anche influenze che vanno dal cinese al francese e che rendono la sua architettura variopinta ed unica. Visita della Moschea Dungan. Karakol crebbe nel XIX secolo e negli anni 80 del secolo si stabilì qui una comunità di Dungan, musulmani cinesi in fuga dalla persecuzione in Cina e accolti dai popoli russo e kirghiso. La moschea è una costruzione in legno in stile cinese e costruita interamente senza chiodi. Gran parte delle sue immagini, inclusa una ruota di fuoco, riflette il passato pre-islamico e buddista dei Dungan. Tutti i colori rappresentano diversi concetti della cultura Dungan: il rosso protegge dagli spiriti maligni, il giallo è simbolo di prosperità e il verde simboleggia la felicità. Visiterete anche la Cattedrale ortodossa della Santa Trinità costruita anch’essa in legno e senza alcun chiodo. Dopo la scoperta della città, sistemazione in Hotel. Cena presso una famiglia locale dungan e pernottamento.
6

Giorno 6: Mercoledì, 11 Settembre

Colazione in albergo. Partenza con la vostra guida per il famoso canyon di Jeti Oguz. I sette tori, formazioni rocciose rosso scuro che sembrano innalzarsi dalle foreste alpine, costituiscono uno dei monumenti naturali più amati del Paese. Sorgono sul villaggio di Jeti Oguz e sembra quasi che vogliano proteggerlo come narra una leggenda. Gli dei avrebbero trasformato sette tori in pietra per proteggere il villaggio. Ma qui le cose da fare e da vedere sono molte, non ci sono solo queste impressionanti formazioni rocciose! Nel periodo sovietico è stato costruito un sanatorio e la gente da tutta l’Unione Sovietica ci arrivava per le cure. Anche i cosmonauti ci venivano per la riabilitazione compreso lo stesso Yuri Gagarin. (In opzione con supplemento si può assistere a una dimostrazione di caccia con i rapaci ancora molto diffusa in questa zona). Pranzo picnic incluso. Si prosegue per il Canyon Skazka. Migliaia di anni di erosione della terra hanno creato un contrasto di forme e colori dello Skazka Canyon. Si compone di diverse argilla colorata, minerali pittoreschi e rocce. Si possono vedere i contorni di diverse sculture create dalla natura stessa. La più famosa è una "muraglia" che ricorda le rovine della Grande muraglia cinese. E infine arrivo a Kochkor, trasferimento in albergo. Tempo libero e cena inclusa.
7

Giorno 7: Giovedì, 12 Settembre

Dopo la prima colazione, partenza per il secondo lago di montagna più grande del Kirghizistan: il lago Son Kul. È un favoloso lago di montagna situato nella catena montuosa del Tien Shan ad un'altitudine di 3016 m sul livello del mare. Il percorso verso Son Kul si snoda attraverso un terreno montuoso fino a quando sembra scomparire nel cielo stesso. Questo è probabilmente il motivo per cui si chiama Son Kul che dal kirghiso significa "l'ultimo lago". All'arrivo al Lago Son Kul, sistemazione, pranzo e cena nelle yurte. Tempo libero per esplorare la natura e conoscere la cultura nomade.
8

Giorno 8: Venerdì, 13 Settembre

Colazione al mattino presto nelle Yurte e trasferimento di ritorno alla città di Bishkek. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a Biškek. Sistemazione in hotel e tempo libero per la visita della città.  Cena in ristorante. Pernottamento.
9

Giorno 9: Sabato, 14 Settembre

Prima colazione in Hotel. In mattinata trasferimento all’aeroporto di Bishkek in tempo utile per la partenza del volo Turkish Airlines delle ore 10.10 con destinazione Istanbul. Arrivo a destinazione alle ore 13.05. Cambio volo e ripartenza alle ore 16.30. Arrivo a Milano Malpensa alle ore 18.20. Pasti a bordo. Termine del viaggio.

Per maggiori dettagli su questo viaggi

Dettagli sui prezzi:

Quota individuale di partecipazione: 
Quota individuale di partecipazione euro 2.690,00
Supplemento camera singola euro 180,00
*La quota si intende MINIMO 10 MASSIMO 16 iscritti al viaggio


Eventuale Assicurazione Annullamento viaggio facoltativa pari a euro 95,00 p.p.