Nel 1983 nasce la Giada Viaggi con sede a Canelli (AT).
Un nome, Giada, una storia e un significato, impegnativo legato fin dall’antichità, all’amore e alla virtù per il fondatore Alberto Spagnoli.

Contatti:

+39 0172 - 636364
VIA ROMA, 14 - 12045 FOSSANO (CN)
info@giadaviaggi.it

Orario apertura:

  • Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00/ 15.00 – 19.30
  • Sabato: 9.00 – 13.00
  • Sabato pomeriggio: su appuntamento

Giappone: La stagione dei koyo

15 giorni
  • Destinazione

  • Partenza

    Milano Malpensa
  • Orario di partenza

    15:10
  • Orario di ritorno

    13:25
  • Data Tour

    Dal 03 al 17 Novembre
  • Incluso nel prezzo

    Accompagnatore
    Assicurazione medico-bagaglio
    Assistenza in loco
    Biglietteria aerea
    Escursioni
    Pass ferroviari e trasporto pubblico
    Quota d’iscrizione
    Viaggio in pullman
  • Non incluso nel prezzo

    1 notte nel Campo Tendato
    Abbonamento metro
    Abbonamento vaporetto
    Aperitivo al tramonto
    Assicurazione annullamento viaggio
    Assicurazione per rischi nominati
    attività di Ice floating
    Bevande
    Biglietteria ferroviaria
    Biglietteria marittima
    Briefing informativo con partecipanti
    Brindisi di Capodanno
    Caccia all' Aurora Boreale
    Cena evento informativa
    Cena evento tipica messicana
    Ciaspolata
    Escursione alla ricerca dell'aurora boreale
    Escursione con cani Husky
    Escursione in motoslitta
    Escursione nella fattoria delle renne
    Esperienza nella sauna svedese
    ESTA
    Eventuali ingressi
    Guida italiana
    Guida locale
    Ingressi e spettacoli
    Japan Rail Pass
    medica e bagaglio
    Mezza pensione
    Navigazione su Loch Ness
    New York City Pass
    Pensione completa
    Picnic a Central Park
    Pranzo del Ringraziamento
    Sconto Prenota Prima
    Serata evento informativa
    Serata tombola
    Summit One Vanderbilt
    Tassa di soggiorno
    Tasse eventuali
    Tessera Starbucks
    Trasferimenti privati
    Trasferimenti privati come da programma
    Trekking nel deserto con cammello
    Venezia City pass
    Viaggio in locomotiva storica
    Visita all'Ice Hotel
    Visita di Venezia con guida
    Visita guidata
    Visita guidata di Venezia
    Visite guidate
    Visite guidate in lingua italiana
1

Giorno 1: Domenica, 03 Novembre

Per coloro che usufruiranno del servizio di trasferimento, partenza dalle località convenute per raggiungere l’Aeroporto di Malpensa (trasferimento non incluso nel pacchetto viaggio, vedasi relativo supplemento a pag. 9). Ore 12:20, incontro dei partecipanti presso i banchi check-in Qatar Airways, Terminal 1. Partenza del volo alle ore 15:10. Arrivo a Doha alle ore 22:50 (+2h ora rispetto all’Italia). Pasti a bordo.
2

Giorno 2: Lunedì, 04 Novembre

Coincidenza per Osaka alle ore 01:10 locali. Pasti e pernottamento a bordo. Arrivo all’aeroporto del Kansai (Osaka) alle ore 16:30 (+8h rispetto all’Italia). Incontro con l’assistente locale per il trasferimento dall’aeroporto al centro di Osaka in navetta. Check-in presso la struttura Fairfield Osaka Namba o similare. Cena a base di okonomiyaki, un pancake, a metà fra frittata e crespella, di diversi ingredienti cotti su una piastra e coperti da una pastella a base di uova e farina, guarnita poi con salse e alga aonori. Il termine okonomiyaki significa letteralmente “ciò che vuoi cotto alla piastra” e solitamente viene preparato in ristoranti specializzati su una apposita piastra. I prodotti che più comunemente si possono trovare all’interno dell’okonomiyaki sono fettine di maiale, cavolo cappuccio, gamberi e yakisoba, ma ne esistono anche di molti altri. Rientro in hotel. Pernottamento.
3

Giorno 3: Martedì, 05 Novembre

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e trasferimento con i mezzi pubblici a Nara. Prima capitale del Giappone, Nara, continua a meravigliare i visitatori giapponesi e stranieri. Grazie a ben sette siti iscritti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco, Nara si rivela un avvincente viaggio nella storia dell’arcipelago. Qui si trovano i templi più antichi del paese: una vera parentesi magica nel vostro viaggio. Inizio della visita guidata della città dal tempio di Todaiji. Iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, il Todai-ji, fondato durante il periodo Nara (710-784), quando la città era la capitale del Giappone, ospita il più grande Buddha di bronzo del mondo. Fondato nel 728, faceva parte dei «Sette grandi templi» dell’antica capitale, storico punto di riferimento per il buddhismo giapponese. Originariamente era lungo 88 metri, ma a causa di difficoltà finanziarie è stato ridimensionato durante la ricostruzione e ora misura 57 metri. Nonostante ciò, è ancora la struttura in legno più grande del mondo. Oltre al Grande Buddha, il Tempio di Todaiji ospita numerosi tesori nazionali e beni culturali. Si prosegue con la scoperta del Parco di Nara: parco sconfinato ai piedi del Monte Wakakusa, abitato da migliaia di adorabili cervi addomesticati che vivono in libertà. I cervi sono considerati dallo shintoismo, la religione autoctona del Giappone, i messaggeri degli dèi. Con le dovute precauzioni è possibile avvicinarsi ai cervi, scattare una fotografia, o dar loro del cibo apposito in vendita all’interno del parco (cracker per cervi). Termineremo la visita di Nara con il Santuario Kasuga Taisha considerato uno dei siti più sacri di tutto il Giappone dove vengono custodite numerose divinità. Il santuario Kasuga Taisha è famoso per i colori e per lo scenario molto suggestivo e una delle prime cose che i visitatori notano quando varcano l’ingresso del santuario sono le sue migliaia di lanterne in pietra. Se ne contano oltre 2.000. Pranzo a buffet in ristorante in fase di escursione a Nara. Nel pomeriggio, rientro con mezzi pubblici ad Osaka e visita dell’Umeda Sky Building: alto 173 metri, icona architettonica di Osaka, offre una vista mozzafiato sulla città da conquistare il cuore dei suoi visitatori col suo design unico e la sua atmosfera affascinante. Costruito nel 1993, l’Umeda Sky Building è noto per il suo aspetto particolare caratterizzato da due torri cilindriche che si innalzano verso il cielo e sono collegate da un’ampia e spettacolare piattaforma panoramica nel mezzo chiamata “Floating Garden Observatory” che offre una vista a 360 gradi sulla città di Osaka e oltre. Situato al 39° piano, questo punto di osservazione offre una vista spettacolare sulla città, regalando ai visitatori l’opportunità di ammirare i panorami urbani di Osaka da un’altezza impressionante. All’interno dell’Umeda Sky Building, si possono sperimentare diverse attrazioni e servizi. Prima di arrivare alla piattaforma panoramica, è possibile visitare il Museo dell’Umeda Sky Building, dove vengono esposte mostre e installazioni che raccontano la storia dell’edificio e della città di Osaka. Questo museo offre un’opportunità unica per imparare di più sulla cultura e la tradizione locale della città. Al termine delle visite, trasferimento con mezzi pubblici al quartiere Dotombori: il quartiere per eccellenza dello street food giapponese ed una delle zone più vivaci di Osaka. La zona di Dotobori nasce nel 1612 grazie all’iniziativa di un imprenditore locale, Yasui Dōton, che decide di ampliare il canale Umezu per incentivare il commercio fluviale. L’intero progetto, bloccato durante l’assedio di Osaka e delle lotte per il potere di quel secolo, ripartì per volere del nuovo shōgun Tadaki Matsudaira, che battezzò la zona con il nome attuale unendo i termini Dōton, in onore dell’imprenditore, e bori (da hori) “canale”. Durante la pianificazione urbanistica del Diciassettesimo secolo, Dontonbori diventa fin da subito il quartiere dei divertimenti della città, con teatri, ristoranti e attrazioni di ogni tipo, un ruolo che ha ancora oggi. Cena Yakiniku in ristorante locale. Lo yakiniku è il cosiddetto barbecue giapponese; con questo termine, infatti, si indicano una varietà di carni cotte sulla griglia. Tipicamente si mangia manzo marinato, ma questo può anche essere sostituito o accompagnato da maiale, pollo e verdure. Il pasto giapponese considerato un po’ quello di una grigliata fra amici! Al termine della cena, rientro in Hotel e pernottamento.
4

Giorno 4: Mercoledì, 06 Novembre

Prima colazione in hotel. Check-out, incontro con la guida e trasferimento con mezzi pubblici per la stazione ferroviaria di Osaka. I bagagli più pesanti verranno spediti direttamente dall’Hotel di Osaka all’Hotel di Kyoto. In mattinata partenza del treno da Osaka con arrivo a Himeji alle ore 10.12. Visita guidata a piedi della città. Visita del Castello di Himeji, conosciuto anche come il Castello dell'airone bianco, è sia Tesoro nazionale giapponese che Patrimonio mondiale dell'umanità. Risale a oltre 600 anni fa ed è uno dei 12 castelli originali del Giappone ancora intatti. L'attuale complesso del castello fu completato nel 1609 sotto la supervisione del daimyo Ikeda Terumasa ed è composto da oltre 80 edifici collegati da una serie di sentieri tortuosi simili a un labirinto. Al termine delle visite, pranzo a buffet in ristorante. Trasferimento in bus privato da Himeji a Kinosaki Onsen (circa 2 ore). Arrivo a destinazione e sistemazione in Ryokan, locanda tradizionale giapponese, presso la struttura Nishimuraya Hotel Shogetsutei o similare in camere Japanese style in trattamento di mezza pensione. Qui troverete i pavimenti di tatami, i letti futon, le vestaglie yukata. Qui potrete godere della sontuosa cena Kaiseki, preparata rigorosamente in casa dalle diverse portate e la colazione tradizionale giapponese. Prima di godere del meritato relax che questo luogo consente, verranno spiegati tutti i costumi giapponesi del caso, come quello di togliersi le scarpe all'ingresso, dell’immergersi in un onsen (i bagni termali all’aperto) e di indossare uno yukata, un abito in cotone simile a un kimono indossato dagli ospiti dei ryokan.
5

Giorno 5: Giovedì, 07 Novembre

Colazione tradizionale giapponese servita in Ryokan. Mattinata libera per godere di un ultimo bagno negli onsen oppure per una passeggiata alla scoperta della cittadina di Kinosaki Onsen. Check-out, incontro con la guida e pranzo in ristorante a base di Tajimagyu steak: il manzo giapponese succulento e sontuoso di prima qualità che non conosce rivali. Al termine del pranzo, trasferimento a piedi verso la stazione di Kinosaki Onsen in tempo utile per la partenza del treno con destinazione Kyoto. Arrivo a destinazione. Trasferimento in bus dalla stazione al centro città per la partecipazione alla cerimonia del te, una delle arti classiche della raffinatezza giapponese. La cerimonia del tè eleva la semplice preparazione di una bevanda per gli ospiti a una forma d'arte, a un'intricata e precisa coreografia di movimenti molto apprezzati dagli invitati. La cerimonia del tè (o "via del tè", com'è nota in Giappone) è un vero e proprio microcosmo che racchiude la cultura nipponica dell'omotenashi, il prendersi cura degli ospiti incondizionatamente. Al termine della cerimonia, trasferimento in Hotel. Check-in e sistemazione nelle camere riservate presso la struttura Urban Hotel Kyoto Shijo Premium o similare. Cena Shabu Shabu in ristorante locale in formula all you can drink (soft drink) incluso. Shabu Shabu, piatto giapponese di derivazione cinese consiste in una pentola ricolma di brodo dashi o acqua, posta a bollire al centro del tavolo. Diversi ingredienti, come carne, verdure, funghi, tofu e noodles, vengono serviti crudi e cotti direttamente dai commensali, immergendoli per qualche secondo nella pentola. Gli alimenti così cotti vengono solitamente accompagnati da salse in cui intingerli. Al termine della cena, rientro in Hotel. Pernottamento.
6

Giorno 6: Venerdì, 08 Novembre

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e partenza alla volta del tempio Kinkakuji, uno dei templi più celebri dell’intero Giappone: il tempio zen buddhista ricoperto con foglie d’oro circondato da un bellissimo giardino. La storia del Kinkakuji è stata segnata da numerosi incendi, quello più recente nel 1950, ad opera di un monaco. La struttura attuale, a cui fa da specchio uno stagno, è stata ricostruita nel 1955. A seguire, visita del sito del karesansui, il giardino Zen di sabbia e rocce più famoso del Giappone, il tempio Ryoanji, originariamente una villa per aristocratici, è stato convertito in un tempio Zen nel 1450. La data di costruzione del giardino è invece sconosciuta e ci sono diverse ipotesi sul suo progettista. Il giardino consiste in un terreno rettangolare di ciottoli circondato da bassi muri di terra, con 15 rocce disposte in piccoli gruppi su macchie di muschio. Una caratteristica interessante del disegno del giardino è che da qualsiasi punto di osservazione almeno una delle rocce è sempre nascosta agli occhi di chi osserva e contempla. Al termine delle visite, trasferimento in ristorante dove ci attenderà una cooking class. Cucineremo insieme il ramen, spaghetti in zuppa diventati un simbolo dell’identità nazionale. Al termine, pranzo a base di ramen precedentemente preparato. Trasferimento a Arashiyama, una delle zone più ammirate e conosciute dell’intera Kyoto, per una passeggiata nel bosco di bambù con le sue canne svettanti che sembrano rincorrersi senza fine creando giochi di luce indimenticabili. La foresta di bambù di Arashiyama è particolarmente spettacolare, si estende su un’area di 16 Kmq, con bambù che possono toccare i 50 metri di altezza. Si tratta di un’esperienza sensoriale molto particolare che investe non solo la vista, ma anche l’udito con il suono delle foglie e dei fusti che vengono mossi e fatti vibrare dal vento. Il Ministero dell’Ambiente giapponese ha inserito la foresta di bambù di Arashiyama nella lista dei “100 paesaggi sonori del Giappone”. Proseguimento con la visita del Castello di Nijo, uno dei castelli più famosi del Giappone, è forse la rappresentazione più estrema del potere che lo shogun o i signori della guerra esercitavano sull'imperatore durante il periodo Edo (1603-1867). Al termine della giornata di visite, cena in ristornate locale dal menù tradizionale giapponese in compagnia di una Maiko, l’apprendista geisha, ovvero “fanciulla danzante”, che tramandano da secoli le arti tradizionali della danza, del canto e della musica. Ogni gesto è studiato con un’attenzione sopraffina, garantendo un’esperienza senza eguali. Al termine della cena, rientro in bus privato in Hotel. Pernottamento.
7

Giorno 7: Sabato, 09 Novembre

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida ed inizio della giornata con la visita di Sanjusangendo, tempio che sorge nella parte orientale di Kyoto, famoso per le sue 1001 statue di Kannon, la dea della misericordia. Proseguimento con la visita del Tempio Kiyomizudera uno dei più celebri del Giappone, il quale nel 1994 è stato inserito nell'elenco dei siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Fu fondato nel 780 sul sito della cascata di Otowa, nelle colline boscose a est di Kyoto, e deriva il suo nome dalle acque pure della cascata. È conosciuto per il suo palco di legno che sporge dalla sala principale, a 13 metri di altezza dalla collina, dal quale si gode di una bellissima vista sui numerosi alberi di ciliegio e acero sottostanti, che in primavera e in autunno esplodono in un mare di colori, e sulla città di Kyoto che fa da sfondo. La sala principale, che insieme al palco è stata costruita senza l'uso di chiodi, ospita il principale oggetto di culto del tempio, una piccola statua di Kannon dalle undici teste. Si prosegue con una passeggiata tra le storiche strade Ninenzaka e Sannenzaka di Kyoto. Pranzo in ristorante locale a base di Yuba: un prodotto alimentare ottenuto durante l’ebollizione del latte di soia durante la quale si forma una pellicola e questa viene raccolta ed essiccata così da ottenere una consistenza e un sapore simili a quelli di alcuni prodotti a base tofu. Trasferimento al parco Maruyama. Passeggiata nel parco, una vera oasi di tranquillità, un’area verde ben tenuta che sembra sospesa fuori dal tempo, perfetta per una rilassante immersione nella natura. Cena base di Sushi.  Il termine sushi è la combinazione delle parole "su" e "meshi", che in italiano significano rispettivamente "aceto" e "riso". Non esistono fonti certe sulla nascita di questa pietanza, ma si pensa che derivi da un’antica tecnica cinese per conservare il pesce, che veniva salato e posto tra strati di riso, poi pressato e lasciato fermentare per mesi. Si mangiava solo il pesce, mentre il riso veniva buttato. Al termine della cena, rientro in Hotel. Pernottamento.
8

Giorno 8: Domenica, 10 Novembre

Prima colazione in hotel. Check-out ed incontro con la guida in Hotel. I bagagli verranno spediti direttamente dall’Hotel di Kyoto all’Hotel di Tokyo. Trasferimento in treno a Kanazawa. Il nome significa letteralmente “palude dorata” Leggenda vuole infatti che un giorno il contadino Imohori Togoro stesse sciacquando delle patate in una palude, quando si accorse che da queste cadeva della polvere d’oro. Che sia o meno andata così, l’unica cosa certa è che Kanazawa è davvero una “miniera d’oro” per chi decide di visitarla, grazie alla sua ricchezza storica e culturale. Una delle più belle città del Giappone. Visita allo splendido giardino Kenrokuen, considerato tra i tre più belli e famosi del Giappone. Viene detto “giardino dei sei elementi” in quanto combina alla perfezione le sei caratteristiche ideali di un giardino, secondo un antico testo cinese: spaziosità e posizione appartata, artificio e antichità, corsi d'acqua e panorama. Si prosegue con la visita degli antichi quartieri di epoca feudale di samurai e geishe. Il quartiere di Nagamachi, situato al centro della città e in prossimità del castello, ospitava i samurai di medio e alto rango. Molte delle residenze sono tuttora intatte e conservano le caratteristiche originali del periodo Edo, come i muri di cinta in fango (tsuchi-kabe) che d’inverno vengono coperti da stuoie in paglia per proteggerli dal gelo. Passeggiare tra le strette vie di Nagamachi è come fare un viaggio indietro nel tempo e respirare l’aria del periodo feudale. Pranzo libero. Diversa invece l’atmosfera nei quartieri delle chaya, le case da tè dove le geisha intrattenevano i loro ospiti (solitamente ricchi mercanti): un labirinto di vicoli stretti, fiancheggiati da case in legno con le caratteristiche finestre a traliccio (kimusuko). A Kanazawa questi quartieri sono tre, e il più grande e conosciuto è quello di Higashi Chaya. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.
9

Giorno 9: Lunedì, 11 Novembre

Prima colazione in hotel. Partenza per Shirakawa-go. Immerso in una valle remota e fiancheggiato dalle montagne di Gifu, Shirakawa-go è il classico luogo in cui è molto facile dimenticarsi del mondo esterno. Le foreste montuose occupano quasi il 96% dell’area del villaggio e sebbene sia un posto meraviglioso non è difficile immaginare che la vita qui possa essere dura, e specialmente che lo sia stata in passato. La località è famosa per le caratteristiche gassho-zukuri, tradizionali case col tetto in paglia. “Che cosa significa gassho-zukuri?” In giapponese, il termine gassho (合掌) si potrebbe tradurre come “mani in preghiera”, mentre zukuri (- 造り) è un suffisso preso dal verbo tsukuru (- 造る) che significa costruire o fabbricare. In pratica, unendo questi due termini, il nome è un riferimento ai ripidi tetti delle case che assomigliano alle mani di un monaco buddista in preghiera. Pranzo libero. Proseguimento per Takayama, città nella regione montuosa di Hida. La città conserva un fascino tradizionale come poche altre città giapponesi, specialmente nel centro storico (Sanmachi) perfettamente conservato.  Molti degli edifici e case risalenti al periodo Edo ospitano negozi di artigianato, caffetterie, ristorantini e storiche distillerie di sake (tra le migliori del Paese). Cena a base di sushi con carne di Hida. La carne, accompagnata al riso, viene servita su una galletta di riso. Rientro in hotel e pernottamento.
10

Giorno 10: Martedì, 12 Novembre

Prima colazione in hotel. Visita del mercato mattutino di Takayama. I mercati mattutini (in giapponese Asa-ichi) hanno luogo ogni giorno dalle 7 del mattino fino a mezzogiorno. Partenza per la Valle del fiume Kiso, uno dei luoghi più suggestivi ed emozionanti del Giappone. Si visiteranno Tsumago e Magome, due piccoli villaggi che un tempo offrivano riparo e ospitalità ai viaggiatori in cammino lungo la Nakasendo, una delle principali rotte di collegamento tra Tokyo e Kyoto, in epoca Edo. Questi villaggi offrono una nostalgica immagine del Giappone di un tempo: dimore in legno ospitano negozietti e ristorantini, i vicoli sono liberi da auto e cavi elettrici e si respira un’atmosfera incredibile. I due borghi sono collegati da un facile sentiero, che un tempo faceva parte della Nakasendo. Pranzo libero. Rientro a Takayama e sistemazione in tradizionale ryokan. Cena in stile kaiseki e pernottamente in camere tradizionali giapponesi.
11

Giorno 11: Mercoledì, 13 Novembre

Prima colazione in hotel. Trasferimento in treno Shinkansen a Tokyo Incontro con la guida per l’inizio delle visite della capitale nipponica. . Spostamenti in Metropolitana, abbonamento Metro Pass dalla durata di 72 ore per muoversi in libertà. La futuristica capitale del Giappone non smette mai di meravigliare gli occhi e il cuore dei viaggiatori che curiosi e affascinati percorrono le sue strade. Tokyo è un concentrato di modernità, grattacieli, luci al neon e ritmi frenetici, che allo stesso tempo regala preziosi angoli di passato e tradizione, primo fra tutti il quartiere di Asakusa, custode del Tempio Senso-ji, un tempio intriso di storie e leggende. Inizio della giornata con la scoperta di questo quartiere con la guida. Al termine, poco lontano, passeggiata in uno dei polmoni verdi di Tokyo, il Parco di Ueno. All’ora di pranzo, ci perderemo tra le bancarelle del mercato Tsukiji. Pranzo libero. In questo mercato si possono trovare una grande varietà di prodotti freschi, come pesce, frutti di mare, verdure, frutta e dolci. Qua troveremo stand affollati di persone che cercano le prelibatezze come il sushi appena preparato, le cozze grigliate, i gamberetti fritti e molto altro ancora. Oltre al cibo, questo mercato offre anche una vasta gamma di articoli da cucina tradizionali e souvenir unici. I visitatori possono acquistare coltelli da cucina giapponesi di alta qualità, piatti di ceramica, stoviglie e altri utensili per la cucina. Una visita al mercato di Tsukiji è un’opportunità per immergersi nella cultura culinaria giapponese e per assaporare delizie locali fresche e autentiche. Pomeriggio libero a disposizione per attività individuali. L’accompagnatore resterà a disposizione per fornire informazioni utili e suggerimenti per sfruttare al meglio questo pomeriggio a Tokyo. Cena presso il ristorante Gonbachi. Fan di Kill Bill, sapevate che il ristorante della famosissima scena del combattimento tra Uma Thurman e gli 88 Folli nel film di Tarantino si trova a Tokyo? In realtà la scena del film non è stata girata qui. A quanto pare il regista Quentin Tarantino una volta ha cenato al Gonpachi a Tokyo e la location gli è piaciuta talmente tanto da ispirarlo per la famosa scena della battaglia. Cena Enkai, che significa “banchetto” con incluso 1 soft drink per persona. Al termine della cena, rientro in mezzi pubblici in Hotel. Pernottamento.
12

Giorno 12: Giovedì, 14 Novembre

Prima colazione in hotel. Seconda giornata dedicata alla scoperta della città di Tokyo insieme alla guida locale. Raggiungeremo con la Metropolitana la sede del Palazzo Imperiale, residenza della famiglia imperiale giapponese. Protetto da ampi fossati e spesse mura e circondato da giardini tenuti in modo impeccabile, il sito offre una tranquilla oasi verde che contrasta i moderni palazzi di uffici del centro di Tokyo. A seguire, trasferimento nel quartiere Shibuya dove si trova la famosa statua del cane Hachiko, vicino al famoso incrocio sempre molto affollato. Passeggiata nel quartiere e visita esterna della Tower Tokyo. Tempo libero alla scoperta della città e per gli ultimi acquisti. Pasti liberi. Pernottamento.
13

Giorno 13: Venerdì, 15 Novembre

Prima colazione in hotel. Escursione in treno a Nikko, una terra sacra dove natura, storia e spiritualità s’intrecciano nel profondo: sin dai tempi antichi i meravigliosi paesaggi di Nikko hanno fatto da sfondo a pratiche di venerazione della montagna e rituali shintoisti e buddisti. A Nikko la natura resta ancora la divinità da invocare e immortalare, soprattutto nella stagione autunnale. Ogni angolo è pervaso da un’atmosfera mistica, ancora più accentuata nei numerosi templi e santuari immersi nella vegetazione, tra i quali spicca per bellezza e imponenza il celebre Toshogu, importante meta di pellegrinaggio. Nel periodo del foliage, tutta l’area di Nikko è un tripudio di colori e ogni tempio, ponte, strada o semplice scorcio raggiunge il massimo della sua bellezza. Pranzo libero. Nel pomeriggio, rientro a Tokyo. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.
14

Giorno 14: Sabato, 16 Novembre

Prima colazione in hotel. Partenza per la piccola e splendida sacra isola di Enoshima da cui, tempo permettendo, si gode una vista stupenda sul Monte Fuji che si affaccia sul mare. Si prosegue quindi per Kamaura dove scopriremo il simbolo della bella cittadina: il Grande Buddha, la statua bronzea di Amida Buddha , alta approssimativamente 11 metri, conservata nel Tempio di Kotoku-in. A seguito, scoperta di Hasedera: tempio della setta Jodo, famoso per la statua a undici teste di Kannon, la dea della misericordia. Pranzo libero per assaporare lo street food nella Komachi street della città, una strada per buongustai. Prima di lasciare Kamakura, visita del santuario cuore di Kamakura. Al termine, rientro a Tokyo. In serata, trasferimento in bus navetta per l’aeroporto di Tokyo-Haneda in tempo utile per l’imbarco sul volo Qatar con destinazione Doha delle ore 23:55. Pasti e pernottamento a bordo.
15

Giorno 15: Domenica, 17 Novembre

Arrivo a Doha alle ore 06:50. Coincidenza per Milano Malpensa alle ore 08:55. Arrivo a Milano Malpensa alle ore 13:25. Per coloro che usufruiranno del servizio di trasferimento, rientro nelle località convenute. Fine del viaggio.

Per maggiori dettagli su questo viaggi

Dettagli sui prezzi:

Quota individuale di partecipazione (min 9 /max 12 pax)  € 6.090,00

Supplemento camera singola € 765,00

Assicurazione facoltativa annullamento viaggio € 245 in doppia / € 275 in singola