HOME
AGENZIA
SERVIZI
DESTINAZIONI
VIAGGI DI GRUPPO
PROPOSTE DI VIAGGIO
VIAGGI A PIEDI
COSTA CROCIERE
PENSIERI DI VIAGGIO
BON TON NEL MONDO
DOVE SIAMO
CONTATTI
LINK UTILI
NEWS
08/04/2013

La stagione dei ciliegi in fiore..

Primavera: il trionfo dell’Oriente. Avanguardie artistiche, accelerazioni tecnologiche, supremazie demografiche e l’ultimo premio Pritzker all’architetto Toyoo Ito. È la stagione dei ciliegi in fiore e il momento di partire per il Giappone, paese che procede su due linee parallele: una modernissima e l’altra arcaica. Tokyo è un vero ossimoro temporale. Dallo streetstyle metropolitano del quartiere di Shibuya con un incredibile catalogo di giovane umanità, al silenzio metallico dei giardini Kiyosumi Teien (3 minuti a piedi dalla stazione Kiyosumi Shirakawa metro Oedo/Hanzomon). Luoghi estremi che s’incontrano e si compenetrano.

Difficile passare dalle grandi differenze dei quartieri principali alla perfetta uniformità delle periferie, così come è difficile stabilire le priorità di visita in una città ricca e caotica come Tokyo. Il trucco è procedere a quartieri, anche per la scelta dell’albergo. Ginza è forse il più conosciuto, con i grandi magazzini Mitsukoshi e la torre dell’orologio Wako all’incrocio tra Chuo-Dori e Harumi-Dori. Ottimi prezzi al megastore Uniqlo, la marca trendy del fast fashion che ha conquistano Parigi e Londra con i piumini superleggeri. Qui anche Tsukiji, il più grande mercato di pesce all’ingrosso del paese. Ottimo sashimi da Sushi Zanmai (Tsukiji 4-11-9, tel. 0081.3.35411117 ). Marunouchi vale una tappa per vedere il Palazzo Imperiale (stazione Otemach, uscita C13b) e la stazione ferroviaria, in stile neorinascimentale in mattoni rossi, qui lo shopping si fa lungo Marunouchi-naka-dori. Akihabara è il quartiere dei prodotti elettronici, degli strumenti musicali, anche usati ma in ottimo stato, e l’area di Kanda è il posto giusto per trovare vecchi tomi, in giapponese o altre lingue. Ci sono un centinaio di botteghe che propongono oltre 10 milioni di libri.

Fermandosi a Tokyo solo qualche giorno vale visitare almeno i templi di Ueno: Kaneiji e Yushima-Temmangu realizzato legno di cipresso giapponese con il giardino di alberi di susine e quello buddista di Asakusa: Sensoji (a pochi passi dalla stazione metro di Asakusa), dove è un rito fare un’offerta e prendere un Omikuji foglietto-oracolo sul proprio futuro. Shinjuku è uno dei quartieri vivaci e divertenti che non dorme mai, interessante anche per gli shopaholic, quasi quanto Harajuku dove si trova l’Oriental Bazar (orario: 10/19, chiuso il giovedi) emporio di tre piani dove si trova di tutto, dal kimono alle ceramiche a piccoli prezzi. Chi dorme al Hyatt Regency Tokyo, può contattare Daisuke (cell.0081.90.24780892), giovane dirigente amante del Bel Paese che volentieri elargisce suggerimenti in italiano su cosa vedere e come muoversi a Tokyo. Si assiste al rituale del tè (solo su prenotazione, dal lunedì al sabato tra le 11 e le 12 e tra le 14 e le 16) nella tea ceremony room Chosho-an, all’hotel Okura Tokyo, uno dei più eleganti alberghi della città, che ha anche un piccolo museo privato con importanti pezzi d’arte.


Per chi non può partire Roma celebra il Giappone nella Galleria Nazionale di Arte Moderna con la mostra: Arte in Giappone, fino al 5 maggio e Genova a Palazzo Ducale con Geishe e Samurai. Esotismo e fotografia nel Giappone dell'Ottocento, fino al 25 agosto.

da Grandi Viaggi del 02/04/2013

 

 

Giada Viaggi sas di Spagnoli Emiliano & C. P.IVA: 02245080045