Nel 1983 nasce la Giada Viaggi con sede a Canelli (AT).
Un nome, Giada, una storia e un significato, impegnativo legato fin dall’antichità, all’amore e alla virtù per il fondatore Alberto Spagnoli.

Contatti:

+39 0172 - 636364
VIA ROMA, 14 - 12045 FOSSANO (CN)
info@giadaviaggi.it

Orario apertura:

  • Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00/ 15.00 – 19.30
  • Sabato: 9.00 – 13.00
  • Sabato pomeriggio: su appuntamento
Appunti di viaggio - Giada Viaggi
  /  Note di viaggio

Tratto da: L'agenzia di Viaggi Il nuovo museo, che dovrebbe aprire nel 2020, è opera dell’architetto giapponese Kengo Kuma (che ha progettato anche lo stadio di Tokyo per le Olimpiadi 2020): un progetto molto ambizioso che è stato possibile realizzare grazie alle donazioni di alcune fondazioni e al contributo di 60 milioni di corone danesi

Quest’anno ad aggiudicarsi il podio è il Bhutan, meta fuoriclasse in materia di sostenibilità, essendo l’unico paese del mondo a emissioni negative di carbonio e con l’obiettivo, entro il 2020, di diventare la prima nazione interamente biologica. Scorrendo la classifica, al secondo posto c’è l’Inghilterra che dal prossimo anno renderà accessibile l’intero lungomare del

Tratto da: L'agenzia di Viaggi THAILANDIA. Anche se il vero Capodanno thailandese si festeggia ad aprile, in occasione del Songkran Festival, la Festa dell’Acqua, che segna l’inizio dell’anno Buddhista purificandosi a vicenda, la Capitale Bangkok non si tira indietro durante le ricorrenze internazionali. Infatti, oltre 500mila persone si radunano nei pressi del Central World, l’immenso

Tratto da: TTG Un posto di rilievo spetta al Daxing di Pechino, il nuovo scalo della capitale cinese con la sua pianta a forma di stella marina che porta la firma dell’archistar Zaha Hadid. Ma spettacolare è anche la grande cascata del Singapore Changi Airport che, con la sua altezza di 40 metri, è la

Francia A un incontro: abiti scuri sartoriali e niente cravatta. Per strada: evitate i colori chiari (persino i bambini vestono colori scuri) e altri obbrobri dello street style tipo shorts, magliette, sandali sportivi, berretti da baseball e abitini sottoveste. A un party: vestitevi eleganti per una serata normale. Se è richiesto l'abito scuro, mettete

Prima di stringere le mani bisogna essere entrati in casa (altrimenti cattiva sorte). Vi daranno un paio di tapochiki (pantofole). Le moscovite fashoniste si portano le Manolo in ufficio in una borsa: se andate ad una festa potete fare lo stesso, ma che le suole non abbiamo mai toccato terra (l’abitudine di togliersi le

Turbolenze e vuoti d'aria sono indubbiamente fastidiosi quando si viaggia in aereo, ma a rendere un volo davvero insopportabile, più delle condizioni atmosferiche, è il comportamento degli altri passeggeri. I viaggiatori si irritano soprattutto per il non rispetto degli spazi personali con l'invasione dei sedili e i calci allo schienale, ma anche il rumore,

Togliersi cappello e cappotto nel Genkan (lo spazio che precede l’ingresso nelle case giapponesi) prima che vi aprano la porta. E annunciatevi con un “Gomen Kusdasai” (permesso?). Lasciare le scarpe nel genkan non basta: la punta va rivolta verso l’esterno di casa. SE non vi offrono delle pantofole, girare con le caze va bene: l’importante è

(…) e se il Marocco fosse un libro, un meraviglioso manoscritto conservato in una di quelle belle case di Fes o Marrakech, un racconto sussurrato dal vento della storia, un libro da leggere e rileggere, un’opera inesauribile, capace di fondere semplicità e grandezza d’animo, di passare dal racconto fantastico e crudele alla tonalità picaresca